Progetto INTERREG ADRION TOUREST  – TOURISM WATER MANAGEMENT FOR SUSTAINABLE ADRION COASTAL AREAS

Progetto INTERREG ADRION TOUREST – TOURISM WATER MANAGEMENT FOR SUSTAINABLE ADRION COASTAL AREAS

image001

Il SAPE segnala la Brochure del progetto “TOUREST – TOURISM WATER MANAGEMENT FOR SUSTAINABLE ADRION COASTAL AREAS Interreg-Adrion”, cofinanziato dall’Unione Europea dal Programma Interreg ADRION di cui TECLA è partner.

Il progetto riunisce 7 partner provenienti da 4 paesi dell’area EUSAIR e ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di politiche e pratiche di turismo sostenibile per aumentare l’efficienza idrica nella regione adriatico-ionica.

Per maggiori dettagli si veda la Bruchure del progetto TOUREST.

Il Comune di Ancona sbarca a Venezia con Zero Waste Blue

Il Comune di Ancona sbarca a Venezia con Zero Waste Blue

Si chiama Zero Waste Blue ed è un progetto che attraverso la lente della Mezza Maratona di Ancona studia l’impatto ambientale dei grandi eventi sul territorio.

foto 3 meetingSi è svolto presso la sala giunta della Regione Veneto a Venezia il 3° meeting di progetto “Zero Waste Blue”  dal 26/06/2019 al 28/09/2019.

Erano presenti tutti gli enti che costituiscono il partenariato, ovvero Comune di Abbazia (capofila), Facoltà di Turismo dell’Università di Fiume, Agenzia per lo Sviluppo della Provincia di Zara, Contea di Dubrovnik, ART.ER, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto, Regione Molise e Comune di Ancona.

La discussione è stata affrontata per punti nel modo seguente.

Project Management: il partner capofila ha aggiornato la tabella che riassume lo stato di avanzamento delle attività

Attività Comunicative aggiornate da Zadra Nova (Croazia).

Piattaforma online e app: ART.ER (Italia – Emilia Romagna) ha fatto il punto sulle attività legate allo sviluppo della piattaforma online e l’APP.
Al link www.zerowasteblue.pomiager.com l’organizzatore può autenticarsi e caricare il proprio evento (sportivo e non) sia in fase di progettazione che in fase di rendicontazione ed ottenere un punteggio. Se viene superata la soglia del 40% la piattaforma ti assegna in automatico il brand, rispettivamente, Zero Waste per evento non sportivo e Zero Waste Blue per evento sportivo.

Viene dato spazio alla presentazione degli eventi già realizzati e in fase di organizzazione. Il Comune di Ancona ha descritto, in collaborazione con l’ente sostenitore – l’asd SEF STAMURA, le misure adottate al fine di rendere la Mezza Maratona di Ancona (27 Ottobre 2019) più sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

La Mezza Maratona di Ancona fa parte di un circuito di 10 eventi detti “pilota” che il partenariato ha scelto al fine di trarne al loro termine una policy che possa essere adottata anche dopo la scadenza del progetto ad altri eventi sportivi e non.

Infine, ma non ultimo, viene presentato dal Comune di Ancona le attività connesse alla realizzazione del brand, della strategia di marketing e dei pacchetti turistici ZWB.

I lavori sono chiusi con la conferenza stampa della Venice Marathon edizione ZWB alla quale erano presenti l’assessore alla programmazione e turismo Regione Veneto Federico Caner, il presidente di Venicemarathon Club Piero Rosa Salva e il segretario generale Venicemarathon Club Lorenzo Cortesi.

Certainly the colleges in this consortium, and all of the people offering/supporting these https://buyresearchpapers.net mooc initiatives must be similarly motivated.
Fondazione CARIVERONA – Bando VALORE TERRITORI AZIONI DI SISTEMA – Scad. 10/09/18

Fondazione CARIVERONA – Bando VALORE TERRITORI AZIONI DI SISTEMA – Scad. 10/09/18

Fondazione-Cariverona-e1480178158423

La Fondazione intende sostenere, in tutte le principali aree di azione, progetti innovativi capaci di valorizzare il territorio con un approccio orientato alla sostenibilità, all’intersettorialità e alla capacità di creare reti e collaborazioni.

Il bando promuove quindi iniziative volte alla creazione di valore (sociale, culturale, economico, ecc.) su larga scala e con ricadute sul territorio di riferimento della Fondazione.

In questo senso, saranno ammissibili interventi attivi in tutte le aree di azione della Fondazione Cariverona, con preferenza per azioni che dimostrino un orientamento alla sostenibilità, che siano in grado di aggregare più ambiti e di generare reti, collaborazioni e contatti tra i soggetti del territorio, creando impatti misurabili e ad ampio raggio.

Il bando è frutto di un lungo percorso preliminare di ascolto del territorio, svolto in collaborazione con Gruppo CLAS, che ha coinvolto negli scorsi mesi circa 400 enti nelle 5 città capoluogo.

Il bando ha una struttura bifase: tutti i soggetti interessati alla richiesta di contributo, sono invitati a presentare un progetto preliminare entro il 10 settembre 2018, sulla base del quale saranno selezionate le proposte ritenute più idonee secondo i criteri e le modalità descritte nel bando. Al termine di questa prima valutazione, i proponenti ammessi alla seconda fase dovranno presentare il progetto definitivo.

Le iniziative progettuali devono presentare un cofinanziamento almeno pari al 30% dei costi complessivi. Il contributo richiedibile alla Fondazione non dovrà essere inferiore a euro 100.000 né superiore ad euro 500.000.

La durata del progetto presentato potrà avere carattere annuale o pluriennale secondo le necessità imposte dall’intervento, con una durata massima di 36 mesi.

Saranno prese in considerazione, le istanze presentate da enti le cui attività progettuali insistano nelle province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona.

Scarica le slide informative.

Scarica il bando.

Tutta la documentazione.

Snapshots from the borders/EUROPEAID – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030

Snapshots from the borders/EUROPEAID – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030

 

logo CE

L’Ufficio Programmi Comunitari del Comune di Ancona, all’interno dell’attività di assistenza tecnico-scientifica al Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio (FAIC), segnala il progetto europeo “Snapshots from the borders – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030″, di durata triennale e finanziato con oltre 4,5 milioni di euro dalla Commissione Europea/EUROPEAID, che vede il Comune di Lampedusa e Linosa come capofila di una rete europea di 13 paesi partner, per un totale di 19 territori coinvolti (Italia, Spagna, Francia, Germania, Svezia, Austria, Slovenia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Grecia, Cipro, Malta e Bosnia ed Erzegovina).

Per la Regione Marche, il CSV è referente del progetto, partner il Comune di Pesaro e partner associato il FAIC, con segretariato ad Ancona. Nel comitato scientifico del progetto è presente il Dott. Francesco Buoncompagni, coordinatore dell’Ufficio programmi Comunitari del Comune di Ancona e funzionario distaccato per l’assistenza tecnico-scientifica del FAIC.

Il progetto ha visto il primo incontro europeo della rete lo scorso 10-11 maggio 2018, a Lampedusa, volto a pianificare le attività progettuali.

Il progetto mira ad aumentare la consapevolezza e la comprensione critica sull’interdipendenza globale e sulle cause dei flussi migratori, per favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nonché favorire il coordinamento tra città europee di confine interessate da flussi migratori per promuovere una coerenza delle politiche a livello europeo, nazionale e locale.

')}

Interreg Europe 2018 – Invito a presentare proposte

Interreg Europe 2018 – Invito a presentare proposte

logo interreg europe

 

Il SAPE segnala la possibilità di partecipare alla quarta chiamata del programma Interreg Europe 2018.

Possono presentare proposte le autorità pubbliche nazionali, regionali o locali, le istituzioni di diritto pubblico e gli enti privati senza scopo di lucro.

La proposta dovrà concentrarsi su 4 assi prioritari: 1) Strengthening research technological development and innovation; 2) Competitiveness of SMEs; 3) Low-carbon economy; 4) Environment and resource efficiency.

La dotazione finanziaria stanziata ammonta a circa 75.000.000 euro. Nell’ambito del programma Interreg Europe, le attività di progetto ammissibili sono cofinanziate dal FESR a un tasso del 75% o dell’85% a seconda dello status giuridico del partner del progetto.

La domanda deve essere presentata online entro il 22 giugno 2018, ore 12:00 (orario di Parigi).

Per maggiori informazioni consultare il sito.