Evento finale A.NI.M.US. e presentazione della Guida, Ancona (Italia), 24 ottobre 2019

Evento finale A.NI.M.US. e presentazione della Guida, Ancona (Italia), 24 ottobre 2019

logo Animus Youth Games 2019Il SAPE segnala che nell’ambito del progetto europeo “A.NI.M.US. – Adriatic IoNIan GaMes for Social InclUSion”, co-finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione europea, il prossimo 24 ottobre presso il Palaindor ad Ancona si terrà l’evento finale di progetto.

All’evento, promosso dal Comune di Ancona in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, il CSV Marche prenderanno parte Andrea Guidotti, Assessore allo Sport del Comune di Ancona, Marco Petrini e Gianna Prapotnich dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Simone Bucchi, Presidente del CSV, e Francesco Buoncompagni responsabile ufficio Programmi Comunitari del Comune di Ancona.

L’evento sarà l’occasione per approfondire il tema dello sport inclusivo nella Regione Adriatico-Ionica nonché le politiche e strumenti necessari per promuovere la cooperazione sportiva basata sui principio dello “sport per tutti”, delle “pari opportunità” e del “dialogo interculturale tra persone di diversa estrazione culturale”. L’appuntamento finale di progetto rappresenta anche un’occasione preziosa per riflettere sui risultati e successi del progetto per iniziare a prevedere attività di capitalizzazione.

Durante l’incontro saranno inoltre presentati in anteprima la Guida agli eventi sportivi inclusivi nella Regione europea adriatica e ionica e il videoclip ufficiale degli ANIMUS Youth Games.Header sito YG

Tutte le info al link

ICLEI Europe – Partenariati e finanziamenti per una città inclusiva 7-8 ottobre 2019, Copenhagen

ICLEI Europe – Partenariati e finanziamenti per una città inclusiva 7-8 ottobre 2019, Copenhagen

Il SAPE segnala l’evento di due giorni riunirà città di tutta Europa e Stati Uniti per confrontarsi e apprendere dalle migliori pratiche innovative che utilizzano partenariati e modelli finanziari per costruire città più inclusive e sostenibili. Le domande sono in fase di accettazione per la sessione finale dell’evento, in cui i rappresentanti presenteranno la storia della loro città. Termine per la presentazione: 31 agosto.

Maggiori dettagli possono essere trovati qui.

L’iscrizione è aperta qui.

Nuovo bilancio dell’UE, parola d’ordine: investire nelle persone

Nuovo bilancio dell’UE, parola d’ordine: investire nelle persone

Il prossimo bilancio a lungo termine dell’UE riflette chiaramente questo impegno e la Commissione propone di rafforzare, unire e orientare meglio alcuni fondi esistenti che già ora mettono al centro le persone.

Nello specifico, la Commissione propone di istituire un Fondo sociale europeo rinnovato, il “Fondo sociale europeo Plus” (FSE+), e un Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) rafforzato e più efficace, entrambi finalizzati ad investire nelle persone, per garantire che possiedano le competenze necessarie per affrontare le sfide e i mutamenti del mercato del lavoro, dando così seguito al pilastro europeo dei diritti sociali.

Per il periodo 2021-2027 il valore del Fondo sociale europeo Plus ammonterà a 101,2 miliardi di euro, mentre quello del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione a 1,6 miliardi.

Il Fondo Giustizia, diritti e valori, del valore di 947 milioni di euro ripartiti su 7 anni, sosterrà ulteriormente lo sviluppo di uno spazio europeo di giustizia basato sullo Stato di diritto e sulla fiducia reciproca e garantirà che le persone possano godere dei loro diritti.

La Commissione propone anche di raddoppiare il finanziamento destinato al programma Erasmus per il periodo 2021-2027 portandolo a 30 miliardi di euro e di aumentare i fondi per il programma Europa creativa, portandoli a 1,85 miliardi di euro.

Il programma Erasmus permette già a milioni di giovani europei di frequentare corsi di studio o di formazione all’estero, ampliando nel contempo le loro esperienze e conoscenze dell’Europa e migliorando le loro possibilità future di trovare lavoro. Con il raddoppio dei finanziamenti, il programma sarà ancor più efficace nel sostenere obiettivi politici fondamentali come la costruzione entro il 2025 di uno spazio europeo dell’istruzione, l’offerta di maggiori opportunità ai giovani e la promozione di un’identità europea mediante politiche a favore dei giovani, dell’istruzione e della cultura.

Il programma sarà anche più inclusivo e raggiungerà persone provenienti da tutti i contesti. Tra i beneficiari ci saranno gli alunni della scuola primaria, gli studenti delle scuole superiori, i tirocinanti, gli insegnanti, i formatori, gli animatori socioeducativi, gli allenatori sportivi, nonché i discenti dell’istruzione e della formazione professionale e il personale coinvolto nell’istruzione degli adulti.

L’obiettivo fondamentale del programma Europa creativa è promuovere, rafforzare e proteggere la diversità culturale e linguistica, il patrimonio culturale e la creatività nonché la competitività dei settori culturali e creativi europei. La cultura ha un ruolo essenziale nel rispondere alle principali sfide sociali ed economiche, in particolare nella promozione della cittadinanza attiva, di valori comuni, del benessere, dell’innovazione, della crescita economica e della creazione di posti di lavoro.

Qui trovi schede informative aggiornate.

Snapshots from the borders/EUROPEAID – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030

Snapshots from the borders/EUROPEAID – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030

 

logo CE

L’Ufficio Programmi Comunitari del Comune di Ancona, all’interno dell’attività di assistenza tecnico-scientifica al Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio (FAIC), segnala il progetto europeo “Snapshots from the borders – Small towns facing the global challenges of Agenda 2030″, di durata triennale e finanziato con oltre 4,5 milioni di euro dalla Commissione Europea/EUROPEAID, che vede il Comune di Lampedusa e Linosa come capofila di una rete europea di 13 paesi partner, per un totale di 19 territori coinvolti (Italia, Spagna, Francia, Germania, Svezia, Austria, Slovenia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Grecia, Cipro, Malta e Bosnia ed Erzegovina).

Per la Regione Marche, il CSV è referente del progetto, partner il Comune di Pesaro e partner associato il FAIC, con segretariato ad Ancona. Nel comitato scientifico del progetto è presente il Dott. Francesco Buoncompagni, coordinatore dell’Ufficio programmi Comunitari del Comune di Ancona e funzionario distaccato per l’assistenza tecnico-scientifica del FAIC.

Il progetto ha visto il primo incontro europeo della rete lo scorso 10-11 maggio 2018, a Lampedusa, volto a pianificare le attività progettuali.

Il progetto mira ad aumentare la consapevolezza e la comprensione critica sull’interdipendenza globale e sulle cause dei flussi migratori, per favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nonché favorire il coordinamento tra città europee di confine interessate da flussi migratori per promuovere una coerenza delle politiche a livello europeo, nazionale e locale.

')}

Presentazione Bandi energia FESR della Regione Marche – 15/12/2017, Pesaro

Presentazione Bandi energia FESR della Regione Marche – 15/12/2017, Pesaro

index             article_722_1big

 

SAPE segnala che il 15 dicembre p.v., alle ore 9.30, presso il Palazzo Gradari di Pesaro, si terrà l’incontro dal titolo “Efficienza energetica: avviati i bandi della Regione“.

Durante l’evento si approfondiranno i bandi FESR della Regione Marche per sostenere l’efficienza energetica e l’integrazione delle fonti rinnovabili nei processi produttivi e negli edifici pubblici.

Per info ed iscrizioni clicca qui